Belli i tempi del liceo. Quale studente universitario non ripensa alla sua adolescenza, ricordando con un sorriso tutte le sue marachelle? Conseguire il diploma di maturità è certamente un traguardo importante, ma è giunto il momento di chiedersi “cosa voglio fare da grande?”.

Per chiarire alcuni dubbi, di seguito sono riportati 5 consigli che spero vi faranno riflettere.

1. L’università non è un gioco

Se pensi che l’università sia una passeggiata perché puoi organizzarti da solo e saltare le lezioni ogni volta che hai sonno, ti sbagli.

Proseguire il tuo percorso di studi deve essere una decisione consapevole, frutto di una scelta ben ragionata, poiché l’università rappresenta l’ultimo step prima di immetterti nel mondo del lavoro. Se sei stufo di stare sopra i libri, abbandona l’idea di potercela fare: studiare per gli esami quando non si ha motivazione, è controproducente. Sei sicuro di voler rischiare il fuoricorso? Prenditi del tempo per pensarci su, non è mai troppo tardi per cambiare idea!

2. Confronta le offerte formative

Se sei sicuro di voler proseguire il tuo percorso, il passo successivo risponde alla domanda: cosa voglio fare da grande?

Scelta la facoltà che fa per te, non accontentarti dell’università più vicina. Su Internet puoi trovare tutte le informazioni necessarie per confrontare le varie offerte formative, perciò cerca di essere curioso di conoscere altre realtà.

3. Vola alto

Non lasciare che la famiglia o gli amici ti impediscano di vivere i tuoi sogni. Se sei convinto della tua scelta, buttati! Non lasciare che ti tarpino le ali, ne va della tua felicità. Controlla bene: spesso ci sono borse di studio che possono offrirti un alloggio e una mensa gratuiti, perciò informati e scegli la strada che serve per realizzare te stesso.

4. L’unione fa la forza

In un primo momento ti sentirai spaesato, confuso. Il passaggio dal liceo all’università non è sempre facile, perché non ci sarà più nessuno a seguirti come prima. E’ il momento di rimboccarsi le maniche! Iscriviti alle pagine e ai gruppi presenti sui social e non vergognarti di chiedere consigli. Tutti siamo stati matricole, troverai di certo l’aiuto che cerchi.

Non isolarti in aula; inizia una conversazione col tuo vicino di banco, non morde!

5. Credi in te stesso

Ci saranno momenti in cui ti chiederai “chi me l’ha fatto fare?”, ma non demordere!

Ti sei iscritto perché hai un obiettivo da raggiungere, non lasciare che un esame difficile ti faccia dubitare delle tue capacità. In questi casi posso consigliarti dei gruppi di studio (non troppo numerosi, mi raccomando), utili anche per scaricare un po’ di stress accumulato. Come detto, l’unione fa la forza!

In conclusione, posso solo dirti di vivere l’università il più serenamente possibile. Non è una gara a chi si laurea prima, ma un’esperienza che va vissuta a 360 gradi. Frequenta le lezioni, prendi appunti e stringi amicizie, è un ambiente che ti aiuterà a crescere e che ti renderà più consapevole di ciò che ti aspetta “là fuori”.

Detto ciò, non mi rimane che augurarti buona fortuna!

(Maria Meloni)